Cosa si aspetta il mio cliente da me?

[st_divider_dotted]

Che lo sorprenda.

Che lo comprenda e che comprenda le sue esigenze.

Che lo rispetti personalmente e professionalmente.

Che si instauri un rapporto di fiducia.

Che sia corretto e che rispetti gli impegni.

Che lo coccoli.

Che gli sia utile a formare e a raggiungere i suoi obiettivi.

Che lo aiuti a mettere in pratica i “progetti evolutivi” con strumenti semplici, utili e pratici.

Che possa fare i suoi passi anche senza di me; che sia in grado di farlo da solo, o con la sua squadra.

Che guadagni un sacco di “risorse” (tempo e denaro).

Che sia entusiasta di quanto ottenuto.

Che possa vivere meglio.

 

Cosa mi aspetto dal cliente?

[st_divider_dotted]

Che mi comprenda e che comprenda le mie esigenze.

Che comprenda la mia identità e la natura del mio “brand”; la mia unicità.

Che sia corretto e che rispetti gli impegni.

Che si lasci aiutare, nel suo modo.

Che si lasci conquistare dalla fiducia.

Che voglia liberarsi di me quanto prima, perché solo così avrà acquisito ciò che mi aveva chiesto all’inizio.

Che accetti i suggerimenti.

Che voglia crescere e guadagnare in professionalità e risorse.

Che sia entusiasta di avermi conosciuto personalmente e professionalmente.

Come puoi vedere non siamo molto diversi.

 

Anzi dal mio punto di vista, l’unico modo per verificarlo è mettersi in gioco, mettersi alla prova. Non voglio che tu mi creda solo sulla parola, che sia scritta, parlata o trasmessa in video, o a quello che raccontano altre persone nella sessione “dicono di me”:

voglio che tu verifichi personalmente il livello di soddisfazione che puoi ottenere dall’essere mio cliente. Altrimenti non se ne parla, nemmeno di iniziare…

Tu sei il mio Cliente Unico! E ti ringrazio e e ti rispetto per questo

Filippo Scarponi
Coach • Trainer